19/03/17

7 film da guardare per la festa del papà

Buon pomeriggio a tutti e buona festa del papà!
Personalmente, la festa del papà è per me una di quelle di cui non riesco mai a ricordare la data, per qualche motivo. Sarà questo "19 Marzo", così poco altisonante. E ogni anno mi ritrovo sempre a pensare: "ma da quand'è che la festa del papà è a Marzo?" Cose terribili. 

Comunque, quest'anno vorrei festeggiare con una bella lista, di quelle che ci piacciono tanto perché la voglia di stare attenti è poca, quella di leggere post altrui ancora meno. 
Ecco i sette film che secondo me bisognerebbe guardare il 19 Marzo. 
(Mi rendo conto che di film sui papà ne esistono molti altri, forse anche migliori, ma questi sono quelli che ho visto io e quelli che mi piacciono, quindi va così. E vi avviso fin da subito che per alcuni di questi film ho deciso di riportare le trame così come le ho trovate sul web - Wikipedia, MyMovies, ecc - perché già di per sé molto esplicative, mentre per altri ho deciso di sprecare due parole io stessa, perché mi sentivo di dire alcune cose che in giro non ho trovato.)



1) Amabili Resti 



"Amabili Resti" racconta la storia di Susie Salmon, quattordicenne brutalmente assassinata dal suo vicino di casa, e di come la sua famiglia e le persone più vicine a lei affrontano la sua morte, in modi del tutto diversi. Ho deciso di inserirlo in questa lista perché, per quanto i protagonisti del film e del romanzo siano in molti, la relazione che mi ha più colpita è quella tra Susie e il padre, che nel film è interpretato magistralmente da Mark Wahlberg. È lui che, più di tutti, si lascia prendere dal desiderio di vendetta nei confronti di chi gli ha portato via Susie, e il suo modo di affrontare il lutto è al centro del film, molto più di quello della madre, o della sorella, o del fidanzato. In sostanza, lo vedo come Il Film perfetto per questa ricorrenza perché, in un modo tragico e strappalacrime che mi fa sempre stare molto bene/male/bene/male, affronta grandiosamente il tema: "fino a dove si spingerebbe un padre per amore di sua figlia". 

2) Padri e Figlie 



 "New York, 1989. Jake Davis è uno scrittore che ha già vinto un premio Pulitzer. Quando sua moglie muore in un incidente d'auto Jake si ritrova a dover crescere la figlia Katie da solo, e a gestire una serie di problemi fisici e mentali che lo costringono ad un temporaneo ricovero presso un ospedale psichiatrico. Purtroppo Katie viene affidata alla zia, sorella della madre defunta, che nutre verso Jake un profondo rancore. New York, 25 anni dopo. Katie è diventata un'assistente sociale che si occupa di bambini disagiati e che nel tempo libero si concede a chiunque, rifiutando di instaurare legami che vadano oltre il sesso occasionale. Il grande amore che ha provato per il padre le ha lasciato un vuoto incolmabile e ha fatto di lei una persona in grado di aiutare gli altri, ma non se stessa." 
(www.mymovies.it)

3) Il Re Leone 



C'è davvero bisogno di parlare di questo film? Andiamo. Come se non lo conoscessimo tutti. 
Per chiunque volesse saperne di più, eccovi un utile link

4) Alla ricerca di Nemo 



"Alla ricerca di Nemo" in un certo senso è come "Amabili Resti": anche qui, il concetto base è lo stesso - fino a dove può spingersi un padre per amore dei propri figli. E insomma, Marlin si spinge piuttosto in là. Che per un pesce palla attraversare un oceano intero non è mica una barzelletta. Specialmente se accompagnato da una svampita totale. Io avrei lasciato perdere in partenza.

5) Interstellar 



Credo che chiunque abbia visto "Interstellar" si renda conto di quanto questo sia un film sull'essere padri. Lasciamo perdere l'esasperante lunghezza e lentezza, lasciamo perdere i personaggi da schiaffi - Anne Hathaway vai a cagare, Matt Damon vai a cagare il triplo - lasciamo perdere il mumbo jumbo scientifico che non si riesce a seguire e appesantisce tantissimo un film già pesante di per sé... "Interstellar" riesce a commuovere nonostante un sacco di fattori atrofizzanti. Ce ne vuole, eh. 
Perché potrebbe sembrare che il protagonista sia un padre di merda, che abbandona i figli per la sua missione, ma in realtà la sua missione è quella di assicurare ai figli un futuro migliore - anche se lui potrebbe non farne parte. E poi c'è tutta la storia della figlia che diventa più vecchia di lui e lui nella libreria e maronn'... quando vede il video messaggio i miei occhi cominciano a uscire le lacrime, che io lo voglia o meno. E mi sono persa. Fortuna che volevo scrivere qualcosa di sensato, almeno per una volta.

6) Big Fish 



"Chi è veramente Edward Bloom: un ormai vecchio commesso viaggiatore contaballe ottusamente radicato nei racconti fantastici con cui ha descritto la sua vita o un personaggio misterioso e mitologico, un avventuriero dalla vita straordinaria? Agli occhi del figlio Will la risposta è certa e inappellabile: Ed Bloom (interpretato rispettivamente da Ewan McGregor nella versione giovanile e da Albert Finney nella fase della vecchiaia, entrambi magnifici ) altro non è che una figura lontana e patetica, incapace di affrontare la realtà e colpevole di averla sempre sfuggita attraverso il ricorso alle fiabe con cui l'ha rivestita. Giunto al capezzale del padre vecchio e malato dopo tre anni di distanza e di silenzio, a Will non resta che tentare di decifrarne la vita partendo proprio da quei racconti che Edward Bloom si ostina a ricordare." 
(www.mymovies.it)

7) Il Petroliere 



"Nel 1898 il cercatore d'argento Daniel Plainview accidentalmente scopre un giacimento di petrolio in una delle sue miniere. In poco tempo guadagna abbastanza soldi da poter mettere in piedi una sua piccola compagnia di estrazione. Uno dei suoi lavoratori rimane ucciso in un incidente sul lavoro e Plainview prende con sé il figlio rimasto orfano facendolo passare per suo e affermando che la moglie è morta dandolo alla luce. Inizialmente il petroliere si vuole servire della presenza del ragazzo per presentarsi come un padre affettuoso e dedito alla famiglia per influenzare positivamente e convincere alla vendita i proprietari dei terreni con depositi di petrolio, ma successivamente si affezionerà al ragazzo." 
(it.wikipedia.org)


E per oggi abbiamo finito!
Quali sono i vostri film della festa del papà preferiti? Fatemelo sapere nei commenti! 

Firmato: la vostra paterna HateQueen di quartiere.

2 commenti:

  1. Ciao! Ho visto solo i due cartoni animati, che sono davvero due consigliatissimi classici :-)
    Mi piacerebbe vedere Padri e figlie!

    RispondiElimina