09/09/16

Io AMO le SERIE TV #2: Stranger Things (NO SPOILERS)

Devoscriverequalcosadevoscriverequalcosadevoscriverequalcosa. 
Eccovi un riassunto più o meno esaustivo di ciò che mi frulla per la testa di questi tempi. Perché PORCA PUTTANA da Aprile non ho scritto un cazzo. Ma seriamente. Perché ad Aprile c'era il Camp NaNoWriMo e ne ho approfittato per finire di scrivere il mio primissimo esperimento fantasy - se volete leggerlo e farmi da beta i miei contatti stanno laaassùùù - poi quest'estate mi sono cimentata in un paio di racconti brevi non terminati e... boh, basta. Che io di solito sono una che sforna roba alla velocità della luce. Stasera mi sono messa a fare l'outline del romanzo che vorrei scrivere per il NaNo di Novembre, ma ancora è lontana dall'essere terminata. E insomma mi sono detta... "ma io non avevo mica detto che volevo parlare di Stranger Things?" Quindi, insomma, eccomi qui a parlarvi di Stranger Things. O meglio... 


Ahahah, sono così simpatica. 
"Stranger Things", vabbè, la trama la sapete - la sapete? C'è questo gruppetto di bambini anni '80 che investigano in modo anni '80 sulla sparizione molto anni '80 di uno dei loro amici anni '80. La madre di questo bambino scomparso è molto anni '80 - Winona Ryder, signore e signori - e il fidanzato della sorella del protagonista anni '80 per qualche motivo è molto anni '50. Guardate che ciuffo.





Cominci a guardarlo che ti aspetti di annoiarti come una merda abbandonata a seccarsi sull'asfalto a Ferragosto e invece vieni trascinato in questo vortice ansiogeno e a tratti divertente di luci di biciclette nel buio, scarpe da tennis bianche e situazioni un po' Kingiane, un po' Spielbergiane che mi mandano sempre in presa bene - anche se Spielberg poi non m'è mai piaciuto granché, ve lo dico. 
Sarà per via dei personaggi principali che sono uno più simpatico dell'altro - a parte l'amico nero che mammamia tenetemi ferma quanto è stronzo certe volte - o semplicemente per il fatto che QUANTO TEMPO È CHE NON BECCO UNA SERIE IN CUI I PROTAGONISTI SONO DEI BIMBININI? Voglio dire, solo questa cosa mi ha emozionata tantissimo, mica lo so il perché. Credo che sia uno di quegli horror che si dovrebbe far vedere anche ai piccoli, che se io da piccola avessi visto una cosa così sarei impazzita e in generale ai bambini adesso manca un po' quello spirito d'avventura che invece era pregnante degli anni 'anta - io e la mia migliore amica eravamo dei fenomeni a parte, però: un giorno siamo uscite di casa e ci siamo messe in testa di scappare con la sua replica dell'Unico Anello per andare a distruggerlo nel Monte Fato... inutile specificare che siamo tornate prima di cena. 

Se seguite il mio blog da un po' vi sarete ormai resi conto che quello che io chiamo "recensire" è in realtà uno sproloquiare a manetta sulle cose che mi vengono in mente quando penso a una certa cosa - in questo caso la cosa in questione è Stranger Things, ma potrebbe anche essere una spatola da cucina. 
Quindi se penso a Stranger Things penso a momenti di tenerezza e cuoricino che si scioglie come burro intervallati da momenti di "CHE CAZZO STA SUCCEDENDO!?" Se penso a Stranger Things penso a personaggi che sovvertono del tutto la prima impressione che ti avevano lasciato all'inizio, penso a un'introspezione caratteriale degna di nota e penso a quando mi sono domandata: "ma serviva proprio ingaggiare Winona Ryder per questo ruolo?" e poi ho realizzato che: "sì, serviva DECISAMENTE ingaggiare Winona Ryder per questo ruolo." 

Una serie tv che ho guardato più per curiosità che per altro, reduce dall'odio che mi era salito in gola dopo essermi sorbita la noiosissima prima stagione di Penny Dreadful ed essermi ripromessa che non avrei mai più provato a vedere una serie tv che volesse rifacersi a un qualche filone horror del passato. Una serie tv che mi ha stupita al punto da doverci scrivere qualcosa su, anche se poi questo qualcosa non lo leggerà nessuno e chi lo leggerà penserà di me che sono una cocainomane. Non lo sono. Per me solo eroina. 






Firmato: la vostra "ommioddio guardate questo paciocchino!" HateQueen di quartiere.

2 commenti:

  1. Nuova iscritta!Premetto che mi avevi convinta dalla tua descrizione ma i tuoi post mi fanno morire dal ridere e sono anche belli!Non smettere mai di scrivere così!**

    RispondiElimina
  2. Ooooh, grazie! Sono contenta di farti ridere, diciamo che io ad essere simpatica ci provo! c:

    RispondiElimina